THE VERSATILE BLOGGER

Questa sera mi prendo il tempo per fare questo posto per meritarmi il premio THE VERSATILE BLOGGER lanciatomi da ELISA e ringraziarla per aver pensato a me!
Se non ho capito male devo dire 7 ( sette ? aiuto) cose interessanti su di me e il mio lavoro, magari ci aggiungo anche la mia famiglia, che fa parte di me in toto, per altro.
1.) Oggi non sono in gran forma, ho dormito male, mi sono svegliata troppo presto e in casa non trovo pace a causa dei lavori ( il martello pneumatico non si confà con il pisolino pomeridiano)
2.) Di solito mi diverto sempre a prescindere da quel che faccio. Poche cose mi disturbano a tal punto da non volerle proprio fare : le faccende domestiche, ad esempio. Ma ho insegnato ai mia figlia a fare la loro parte e tutti e 4 mi aiutano, insieme al loro papà, quindi tutto si alleggerisce.
3.) Sono in una fase down con al cucina e il cibo, spero passi presto, perchè la mia nuova cucina ,quindo avremmo finito la ristrutturazione, è nata per avere sempre tanti amici in casa e se non si cucina che senso ha? Ah già, potrei far cucinare gli altri, ma allora sarebbe sempre la MIA CUCINA?
4.) Sono orgogliosa, testarda e tenace. Generalmente queste tre cose insieme producono danni, ma condite con la giusta dose di auto ironia e spontaneità, mi portano a raggiungere i miei obbiettivi. Non sempre con i temi e tempi programmati, ma alla fine la cose arrivano.
5.) Un tempo mi ritenevo fortunata. E probabilmente lo sono sul serio. Il lavoro che faccio me lo sono costruito addosso. Faccio la commerciale per un paio di aziende del settore petrolchimico e questo mi permette di coniugare lavoro, famiglia e soddisfazioni professionali e personali.
6.) Ho fatto di necessità virtù e dei miei difetti li ho trasformati spesso in pregi. Mi spiego: sono sempre stata una gran chiacchierona e il telefono mi è sempre stato amico. Ora fate uno più uno e ecco qui la professionale simpatica cordiale E.Z. che si mette al telefono e al pc per vendere questo o quello al tal cliente. E di solito ci riesce.
7.) Sono una madre strana, lascio molta libertà dialettica ai miei figli, e li tratto alla pari rispettosa e cosciente che sono persone pensanti, cercando di ottenere il meglio da loro. Loro non mi appartengono, l’ho capito da molto tempo, mi sono stati dati in custodia e spero di aver seminato bene e averli formati a esseri umani rispettosi e diligenti,  giustamente intraprendenti e finemente intelligenti per affrontare le difficoltà che la vita presenterà loro .

Insomma di cose da dire ne avrei tante… comunque le racconto spesso, quindi passo al parola come da copione a altri blogger che mi piacciono molto e seguo volentieri ogni giorno :
ELLE
MIGOLA
ARIANNA
CRISTINA
GIANNINA
ESTER
LUNGA

CUORI DI PANNA & ricordi adolescenziali

Ho gli stessi gusti da sempre

lo ammetto
sono noiosissima
ma non c’è estate senza CUORE DI PANNA
non c’è! PUNTO!
e ho fatto una piccola trasgressione , causa depressione, problemi vari , figli incidentati, casa demolita e muratore che si ostina a fumare puzzando tutto dentro le scale di casa ( se ci penso mi girano moltissimo e mi mangerei 100 CUORI DI PANNA in meno di un nano secondo)
Ne ho mangiato uno.
Si scioglieva in bocca la panna e la granella di nocciole  è un piacere speciale e divertente.
Il biscotto croccante che si spezza sotto i morsi golosi.
E poi arrivi al cuore morbido, bianco liscio dolce fresco
E infine arrivi al cioccolato della punta del cono
la fine sublime del cornetto
Il primo da tempo
e fa tanto tanto vacanza e estate…
Ricordo quando uscivo dal cortile di casa ( era un problema serio uscire senza far incazzare mia madre- non ho mai capito perchè con me era così rigida e io così scema che per piacerle tendevo a non disobbedire mai, salvo poi esplodere n discussioni senza senso per non ottenere mai nulla, giuro non l’ho capita mai e mai la capirò…) e mi avviavo sulla stradina che portava in via IV Novembre al baretto dove mi compravo un ghiacciolo alla menta o un ricoperto al cioccolato o l’agognato CUORE DI PANNA…
Questi sono tutt’ora i gelati confezionati che mi piacciono. 
e lo saranno per sempre….
Buon CUORE DI PANNA A TUTTI

FIORI DI CILIEGIO e muri abbattuti

Mentre guardo il muro di porfido della cantina che cade sotto i colpi dei muratori, mi imbatto nella recinzione del cantiere che è stata colonizzata da teneri germogli e rami fioriti.
Non posso che rimanere inebetita del delicato profumo e dalla bellezza della natura che se potesse, se solo  fosse più cattiva, profondamente cattiva e vendicativa (a volte capita, purtroppo …) , ci coprirebbe di fiori rami e germogli annullando la nostra nullità.
Il muro della cantina è caduto. Non serve così com’è, crea problemi, e va eliminato. Lascia lo spazio a un semplice muro.
Questa è la cruda sentenza. Che lascia un pochino l’amaro in bocca. Perchè quel muro mi ricorda mio suocero. Lui era così orgoglioso della sua cantina… è quasi passato un’anno, il dolore per la sua perdita si è attenuato. Ma manca lo stesso…un pochino, per sempre…il vuoto che ha lasciato è difficilmente colmabile…

prima                                                       dopo

E’ come questo muro caduto, lascia un buco, che verrà coperto con mattoni, diventerà un muro semplice, piano piano nessuno si ricorderà del muro di porfido che era all’inizio. Così è la mancanza di una persona cara. Piano piano si ricorda solo com’era, e la leggera nostalgica che resta è l’unica sensazione, l’unica emozione.

… meno male che ci son i fiori che ci ricordano che le cose ritornano, rifioriscono, ricrescono e se impollinati e curati in maniera corretta, danno frutti dolcissimi…

…meno male….

INDIGNAZIONE

Faccio parte dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE CONSULTA COMUNALE di Appiano, una onlus che organizza spettacoli teatrali, concerti, spettacoli per bambini, letture musicate in biblioteca, conferenze e gestisce un centro giovani.
Mi piace, mi diverto e provo soddisfazione nel vedere che le nostre proposte hanno successo e piacciono. ( come lo spettacolo teatrale de I COMMEDIANTI che domenica ci hanno magistralmente divertito con ” A PIEDI NUDI NEL PARCO” di Neil Simon)
MA…c’è un MA ma così grande che mi fa girare non poco le palle!
Una volta l’anno siamo OBBLIGATI a fare l’assemblea annuale dove DEVONO essere presentati i bilanci dell’associazione e del centro giovani e presentato i nuovi programmi per l’anno in corso e tirato le somme sull’anno precedente, eventuali critiche  e proposte da parte dei soci e le consuete varie e eventuali.
Come detto le cose funzionano, quindi NON DOVREBBERO ( sottolineato mille volte) esserci problemi.
Invece il problema c’è!!!!!
NON E’ POSSIBILE CHE SU TUTTI I SOCI e SIMPATIZZANTI, NESSUNO ( SOTTOLINEATO UN MILIARDO DI VOLTE) tranne uno, sia venuto all’ ASSEMBLEA. E questo si ripete OGNI SANTISSIMO ANNO!
Trovo tutto questo di pochissimo rispetto per chi come me si adopera in modo del tutto volontaria a far divertire  e informare. Per chi non lo sapesse vivo in una provincia dove c’è (PURTROPPO sottolineato una bilionata di volte) la separazione mentale e politica per madrelingua. La faccio breve, questa è un’associazione italiana che propone a tutti, ma la risposta per ovvie ragioni , è più dalla parte italiana. Quindi la mia critica e la rabbia profonda che provo è per il 12% della popolazione di Appiano! Santa pazienza!!!! Bravissimi a criticare e sbuffare per ogni piccolezza -” IN QUESTO PAESE NON C’E’ NULLA DI INTERESSANTE” e poi appena si chiede una piccola assunzione di responsabilità NESSUNO si metta in gioco.
La verità è proprio quella che spesso e sempre più spesso sento e ora comincio a fare mia : siamo un popolo diviso,invidioso, ignorante e pettegolo! i soliti ITALIOTI!
La verità è solo questa, anche nella ricca Appiano, anche nella Appiano bene, dove vivono i benestanti o quelli che si ritengono tali e quindi dovrebbero essere un filino più acculturati e attenti a certe cose. Ma invece NIENTE, NADA, NICHT, NOTHING! Se c’è da fare fatica, da prendersi un piccolo impegno, da valorizzare e sostenere il lavoro altrui NESSUNO SI METTE IN GIOCO!!!!
e poi c’è quello che si vanta che SOLO GRAZIE A LUI esiste il centro giovani, senza mai averci messo piede!
Quello che si vende come comunicatore e di comunicazione con la gente non ne capisce NIENTE che giudica il lavoro altrui classificandolo in modi astrusi e fuori tempo. Quello che all’inizio sembra spaccare il mondo e poi è sempre impegnato e racconta un sacco di balle e si si da arie per ogni nonnulla diventando ossequioso, servile e melenso appena si avvicina un personaggio noto e dice “quello è… hai visto chi c’è… uhhh guarda è presente il ….” . Quello che mi presenta pronunciando il mio nome e cognome con l’accento tedesco, cercando di vendere quello che non c’è, perchè io non sono tedesca, sono italiana e di origine trentine e soprattutto cercare di vendere quello che non c’è è assurdo e stupido! Vai poco lontano a raccontar bugie… 
A tutti questi ITALIOTI che con il loro egoismo, la loro ignoranza, la loro insenbilità e la lungimiranza assente, rovinano la comunità, il paesello, la città, la provincia e la regione portando a catafascio il Bel Paese dico solo questo 
VAFFANCULOOOOO
Con molta cordialità !

FIGLIO MIO, VA TUTTO BENE…

Oggi hai fatto un altro incidente in moto.
Conosco ancora poco dei fatti
So che stai bene, a parte qualche escoriazione e l’orgoglio ferito.
Ti ho sentito abbattuto, è normale
posso solo dirti che
VA TUTTO BENE
i danni alle cose si rimediano
l’importante che tu stia bene
e aggiungo solo che sono esperienze che servono
Frasi fatte…forse
ma vere quando è necessario dirle
Io ho perso di nuovo 20 anni di vita, e sono isterica…
ma VA TUTTO BENE…

MAGGIORENNE – Pensieri e parole raccolte, sentite, meditate in MARZO 2012

siamo quel che siamo, ma al volte ce lo scordiamo. [MIB II]

♥ 04/03/1943     † 01/03/2012       LUCIO DALLA
                E’ eterno ogni minuto,
                     ogni bacio ricevuto
                           dalla gente che ho amato. [Lucio Dalla]

Essere pronto è molto, saper attendere è meglio, ma
sfruttare il momento è tutto.
– A. Schnitzler

Il sole tramonta comunque, sia sul giorno migliore sia sul
giorno peggiore
Quando non puoi tornare indietro, bisogna soltanto
preoccuparsi del modo migliore per andare avanti
Credi in ciò che non è, come se fosse, finché non diviene.
“Tutte le cose sono difficili prima di diventare
facili.”
“I venti e le onde sono sempre dalla parte dei
navigatori più abili.”
Credi in ciò che non è, come se fosse, finché non diviene.


Non lasciare che la paura del dolore, Ti possa togliere la gioia di provarlo

FAI BEI SOGNI [Massimo Gramellini]

Se sei triste guarda il cielo [Shibata Toyo]

8 marzo 2012    “Per tutte le violenze consumate su di Lei, 
                        per tutte
le umiliazioni che ha subito,
                        per il suo corpo che avete sfruttato,
                        per la sua intelligenza che avete calpestato, 
                        per
l’ignoranza in cui l’avete lasciata, 
                        per la libertà che le avete negato, 
                        per la
bocca che le avete tappato, 
                        per le ali che le avete tagliato,
                        per tutto
questo:in piedi Signori, davanti a una Donna!”                                                                                                
                                                                                                        [W. Shakespeare]

È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla
terra fa impazzire tutti. (William Shakespeare)

Per aspera ad astra…

La
casa trema, sussulta, geme. Lamenti profondi, ripetuti, graffianti…

Non mi
fanno paura cento idioti che parlano, ma i milioni di cretini che fanno eco.  [ A. Recanatini.]

Ti insulteranno a gran voce, tu ridi. Ti chiuderanno la
bocca e tu scrivi.
(I consigli di un pirla – Articolo 31)

La vita non si racconta, te
l’ho già detto, la vita si vive, e mentre la vivi è già persa, è scappata. 

Antonio Tabucchi (Pisa, 24 settembre 1943 – Lisbona, 25 marzo 2012)

Ogni volta che la gente è
d’accordo con me provo la sensazione d’aver torto.

“Oscar Wilde”
“Ridi
sempre, ridi, fatti credere pazzo, ma mai triste. Ridi anche se ti sta
crollando il mondo addosso, continua a sorridere. Ci son persone che vivono per
il tuo sorriso e altre che rosicheranno quando capiranno di non essere riuscite
a spegnerlo.”
Roberto Benigni