Aspetto e deciderò

Ho fatto l’ennesima maratona di 14 ore per le Primarie, domenica 16 febbraio.
Mi sto riprendendo adesso.
Appoggio Liliana Di Fede candidata per la segreteria, e pare che io sia entrata nell’Assemblea Provinciale del PD locale. In Paese è andato tutto bene, molte persone nuove, ma hanno votato per il nuovo, ovvero per Liliana, sperando di cambiare la vecchia “nomenclatura”. Ma tutto pare avvelenato da corsi, ricorsi, orde di persone pagate per influenzare il voto, impuntature di vecchio stampo che paiono assurde ai più. Gente che restituisce la tessera, militante da sempre, perchè si vergogna di ammettere di averci creduto. le persone che mi sono vicine restano schifate e basite davanti a tutte queste polemiche. Dicono ” ma quando la finiranno?” oppure ” ma non capiscono che stanno distruggendo tutto?” I voti sono a favore di Liliana 51.4% ma pare non abbia raggiunto la maggioranza nei rappresentati dei collegi, per una serie di regole difficili e complicate, bisogna lavorare sui “resti”. E poi c’è la richiesta dell’altro candidato, Randi, che dice che a Bolzano ha vinto lui, ribaltando tutto. Ma il PD non è solo “Bolzano”: ci sono le periferie. E poi proprio a Bolzano ci sono stati brogli pazzeschi e documentati. Che strano,no? Logico pensare “male”. Logico trarre le dovute conclusioni. E poi mi chiedo ma perchè dietro a persone cosiddette per bene ci sono sempre persone avide, rancorose, che “vogliono” eliminare l’altro, per primeggiare su cosa? Sul vuoto che lasciano, manco fossero Attila e gli Unni. Nessuno a questo mondo  è perfetto. Non amo i modi di Grillo, che con il suo gruppo ha perso l’occasione di rinnovare l’Italia, rimanendo di fatto un Buffone a capo di un branco di creduloni( molti hanno il mio massimo rispetto, ma i più sono dei pecoroni lobotomizzati a cui piace solo urlare e andare contro tutto e tutti). Provo orrore per il popolo di Berlusconi, da anni ormai. Donnine che lo adorano pubblicamente come se fosse Dio sceso in tessa, mentre il loro conto in banca si riempie. Ometti che a chiamarli così si fa loro ancora un complimento, che lo difendono nonostante sia stato condannato per frode fiscale. E so che anche nel PD ci sono stati “furbetti” e approfittatori, ma sapere che sono in “casa propria”, vicino, tanto vicino a te, fa malissimo, molto male.
Avvelena il tuo slancio, avvelena le tue azioni, non sai più a chi credere, non riesci più a spiegare alle persone che ci sono azioni oneste fatte da persone libere da legami malati e spinte solo dal pensiero del Bene Comune.
Sono stanca, sul serio. Disillusa. Sembra tutto sbagliato, malato, malvagio.
Che mondo è questo?
Cosa faccio qui?
devo diventare come “loro” e pensare ai miei interessi, essere quello che non sono?

deciderò a giochi fatti…ma è dura…molto dura crederci

Rispondi