diluvia a ferragosto : trarre il meglio, si può!

approfitto.
Piove e è ferragosto. O meglio non è pioggia, ma il diluvio universale.
Dopo un UNICO giorno di mare, tornare a casa e godere dell’ozio più assoluto è meraviglioso.
Pioggia BENEDETTA.
L’ho già detto , vero che la pioggia mi piace?
Stona a ferragosto, lo so, questo lo ammetto. MA un pò di pioggia è bella!
Ti fa fermare.
Ti fa riposare.
Ti fa perdere nei pensieri
Poi il rumore sul tetto: è stupendo( quando non sembra un martello pneumatico, come è successo poco tempo fa)!
Le finestre sono chiuse, guardi fuori dalla finestra e vedi a poche decine di metri.
Non ci sono paesaggi immensi che, per altro adoro, ma piccoli scorci bagnati, rami e foglie grondanti, uccellini fradici che si posano sul tetto, sbuffi di nuvole da cui traspaiono case fantasma e poi nuvole ovunque, tutto grigio,grigio chiaro, luce soffusa e non accecante.
E così puoi pensare, trarre conclusioni su argomenti difficili, la testa lavora insieme al cuore.
La testa e il cuore, insieme, cullati dal leggero rumore di pioggia.
E respiri aria pulita: la pioggia lava via tutto.
I colori sono più brillanti.
il verde è cristallino, lucido, vivo, vero, le piante di casa ringraziano per questa dolce poggia che le lava, le rinfresca, le spolvera, quando le metti fuori, sul balcone a bagnarsi di pioggia benedetta.
E come loro accolgono la pioggia come dono di dio, io ne approfitto.
Leggo, scrivo, riordino i pensieri e le emozioni dei giorni passati, se mi va faccio pure la brava casalinga( lo so fare, se ne ho voglia, sapete?), oppure mi “divanizzo” davanti alla tv con mio marito, programmo le cose per i giorni futuri.
Si può dormire.
Si può far l’amore.
Si può stare in silenzio.
Si guardano le foto su Facebook, le tue e quelle degli altri, le puoi commentare con calma.
Si può parlare e persino organizzare una merenda con gli amici( forse stavolta no, stavolta, mi piace stare qui da sola, ma altre volte,un migliaio di altre volte, l’ho fatto)
E’ un dolce STAND BY, stai ad aspettare, ma anche no, qualcosa.
Stai ferma, ascolti il respiro. IL TUO RESPIRO!
Ascolti il cuore, il TUO CUORE.
E li senti andare a ritmo di una giornata di pioggia calma.
Certo che a ferragosto stona un pò, ok!
Ma serve anche la pioggia di ferragosto.
Non si può sempre andare a mille,no?
Quante cose non noti, ti perdi correndo all’impazzata in questa vita caotica.
Si può andare a 10, una volta ogni tanto.
Muoversi a rallentatore
Girarsi piano, scoprire o ricordare una sciocchezza , un pensiero, un’emozione, che se andavi a mille non avresti potuto notare.
Quindi non mi lamento, e vado a fare lentamente qualcosa che mi piace, senza sudare, senza avere la sensazione antipatica di appiccicaticcio.
E traggo il meglio, anche da un LUNEDÌ DI FERRAGOSTO MOLTO FRESCO E BAGNATO

2 thoughts on “diluvia a ferragosto : trarre il meglio, si può!

  • agosto 15, 2011 at 15:27
    Permalink

    e poco dopo il sole spunta e il cielo è azzurro, brilla ogni colore accentuato dall'aria cristallina.

    la natura è meravigliosa

  • agosto 15, 2011 at 20:45
    Permalink

    e poi a fine giornata, arrivano i cattivi pensieri, come fosse un temporale, arriva il freddo, arriva il buio, e non vedi le stelle cadenti… e sei di malumore… e speri solo che arrivi il domani, quello vero, quello che porta solo cose buone.
    maledizione ai cattivi pensieri

Rispondi