domani

domani viaggio di lavoro
ma vedrò persone amiche
ragazze a cui mi sono legata come accade solo in questo tempo, tramite telefono e internet, con le quali ho condiviso risate, pensieri , ragionamenti e lacrime
ragazzi a cui mi sono affidata, per la loro esperienza lavorativa e che sono diventati persone cardini della mia quotidianità
ma quest’anno non sono “contenta” di vederli
questo Natale proprio non riesce a bucare quella patina di tedio che mi ha investito
porterò loro i doni che ormai sono un must : biscotti fatti in casa, la casetta di Hansel e Gretel di pane speziato allo zenzero tipica di questi posti, qualche oggettino di Thun, il maialino di marzapane, e il miele preso dai contadini vicini di casa.
tutte cose genuine , che di solito regalo con il cuore pieno di affetto e gratitudine
invece quest’anno  sono fatti con un senso del dovere di fare quest gesto
sono stati pensati tutti per persone a cui voglio bene, quindi sono fatto con amore, ma non così spontaneamente
sono preoccupata per l’andamento dei mercati
sono preoccupata perchè qualcuno non si comporta correttamente
sono preoccupata perchè in dicembre il mio lavoro non è andato bene
sono preoccupata perchè da gennaio partiranno i mutui legati alla casa
e sono indignata perchè qualcuno si  è permesso di pensare che questa casa non me la merito, perchè voglio arricchirmi troppo in fretta, perchè non è mai il mio momento
sono indignata
ma non so cosa fare, oltre al fatto di sentirmi inferiore al tipo di cui sopra e quindi di sentirmi in obbligo di contraccambiare , mentre dovrei pensare solo che il mio lavoro è un servizio, per giunta prezioso, se me lo facessero fare al meglio
invece sti uomini maledetti, riescono a farmi sentire peggio di uno straccio e io sono bravissima a sentirmi uno zerbino e a farmi trattare come uno zerbino
mentre dovrei solo credere più in me stessa
in quello che faccio
e non lasciarmi condizionare
domani avrò l’occasione di dire la mai idea
ma , se mi conosco bene, mi agiterò e farò un gran casino
e solo l’aiuto divino mi aiuterà….
lancio una richiesta ufficiale: niente miracoli, solo cose giuste, e soprattutto un pochino di rivalsa e di rispetto per me e sottolineo PER ME
proseguire nel mio lavoro, che poi mi riesce bene sul serio, e trarne soddisfazione e rispetto
e dovrei solo affidarmi e fidarmi di tutto ciò che sono e che faccio
solo questo
Domani
domani farò il viaggio
domani incontrerò loro, gli amici
domani dovrò trarre il meglio
e lasciare che sia
spero di farcela a lasciare che sia

7 thoughts on “domani

  • dicembre 20, 2011 at 21:38
    Permalink

    coraggio, le malelingue esisteranno sempre ed è soprattutto l'invidia a farle parlare… e le preoccupazioni spero che spariscano al più presto! ti abbrAaccio

  • dicembre 20, 2011 at 21:50
    Permalink

    Trovo meraviglioso scrivere i miei pensieri e poco dopo trovare conforto … Grazie di cuore

  • dicembre 20, 2011 at 23:16
    Permalink

    Grazie a te di condividere i tuoi pensieri!

  • dicembre 21, 2011 at 5:24
    Permalink

    La prima regola per avere successo in qualcosa è credere fermamente, con tutte le molecole che compongono il tuo corpo, che avrai successo!

    La seconda regola è lasciare che gli altri rosichino!! U_U!

    Un bacione ECHELA!

  • dicembre 21, 2011 at 6:55
    Permalink

    ahahahah Arianna! Echela, quanto tempo che non sentivo questa storpiatura del mio nome! ahahahaha
    Sono d'accordo con te, ma ci sono sempre personaggi che credono di poter tirare i fili della tua vita, come Barbablu

  • dicembre 21, 2011 at 8:39
    Permalink

    buon viaggio! vedrai che ti farà bene 🙂

  • dicembre 21, 2011 at 19:40
    Permalink

    stanca e … come dire…. svuotata.

    lascio che sia, qualsiasi cosa sia

    ma di certo non è andata male

Rispondi