E SUCCEDE DI NUOVO….

E SUCCEDE DI NUOVO….

C’è una canzone.
Una canzone nuova.

La prima cosa è la melodia. E mi prende subito. Come tutte le canzoni di Tiziano Ferro

Poi arrivano le parole. Un po’ alla volta.

E sembra scritta proprio per me. Scritta per me. Per questo periodo, per quello che ero e eravamo. E mi prende la nostalgia. L’amarezza. E ripeto le parole. Stonata. Ma… mi pare proprio mia… e per fortuna c’è Youtube, così la riascolto e la memorizzo.

E la canto. Stonata. Così come è stonata la mia vita. “Tanto lo so che con nessuno avrai più riso e pianto come con me. E lo so io ma anche te

Quanto mi manca ridere così…non sai quanto… Dio, come mi manca….

E poi ancora “Passo la vita sperando mi capiscano … E ancora sempre solo una strada, la stessa. Cerco sempre la più lunga, la più complessa

Quante volte ho immaginato, preventivato, studiato un modo per farmi capire e sono stata fraintesa… e la mia strada così in salita… così faticosa… e quel sogno dove tutte le mie amiche arrivano in cima alla montagna, e io che sono indietro, vengo morsa da un serpente, e salgo, sudo, sbuffo, ansimo, e i raggi del sole che attraversano il bosco e il sentiero così sconnesso, così pieno di sassi, di rami contorti. E le voci lassù che ridono, che mi incitano e io lì a pensare che è tutto sbagliato e faticoso. La mia strada, così faticosa, così lunga… arriverò mai in cima?

Continuare a ricordare che eravamo veramente belli e speciali ” Diglielo in faccia a voce alta di ricordare quanto eravamo belli e di aspettare perché potremmo ritornare

E sperare di tornare quello che eravamo, quello che mi ha aiutato e convinto a continuare a sopportare ma che ora non mi basta più, però c’è ancora quel pensiero, quell’idea di noi.

E tutto il giorno a aspettarti, per anni, “Ho passato tutto il giorno a ricordarti nella canzone che però non ascoltasti

A cantare canzoni con i nostri figli e “Ogni preghiera è una promessa a Dio Che non ho mai dimenticato La mia preghiera non raggiunse poi O almeno ancora la strada che avrei sperato” aspettandoti e cantando e sperando e sognando.

E poi quel “Perdonare presuppone odiarti ” che è l’essenza di ciò che provo, ciò che vivo, ciò che ogni mia cellula vive e rifiuta e subisce.

E’ scritta per me? Non credo. Quindi significa che quello che sono, che mi capita è comune, è superabile, è semplice.

Quindi non siamo così speciali, così unici…

Forse…

tumblr_lleqmppp491qfnjo2o1_500

Ogni preghiera è una promessa a Dio
Che non ho mai dimenticato
La mia preghiera non raggiunse poi
O almeno ancora la strada che avrei sperato

Perdonare presuppone odiarti
Ma se dicessi che non so il perché dovrei mentirti
E tu lo sai che io con le bugie…
Mi manchi veramente troppo troppo troppo ancora

Ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
Tanto lo so che con nessuno avrai più riso e pianto come con me
E lo so io ma anche te

Quasi trent’anni per amarci proprio troppo
La vita senza avvisare poi ci piovve addosso
Ridigli in faccia al tempo quando passa per favore
E ricordiamoglielo al mondo chi eravamo e che potremmo ritornare

Passo la vita sperando mi capiscano
Amici amori affini prima che finiscano
E ancora sempre solo una strada, la stessa
Cerco sempre la più lunga, la più complessa

Quindi perché mi scanso invece di scontrarti
E tu perché mi guardi se puoi reclamarmi
Ricordi il cielo insegnò al 2013
Io e te all’odio non sappiamo crederci

Ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
Tanto lo so che con nessuno avrai più riso e pianto come con me
E lo so io ma anche te

Quasi trent’anni per amarci proprio troppo
La vita senza avvisare poi ci piovve addosso
Ridigli in faccia al tempo quando passa per favore
E ricordiamoglielo al mondo chi eravamo e che potremmo ritornare

Musica più forte che sfidi la morte
Accarezza questa mia ferita
Che sfido la vita

Ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
Tanto lo so che con nessuno avrai più riso e pianto come con me
E lo so io ma anche te

Quasi trent’anni per amarci proprio troppo
La vita senza avvisare poi ci piovve addosso
Diglielo in faccia a voce alta di ricordare quanto eravamo belli
e di aspettare perché potremmo ritornare