IMPEGNO POLITICO : che i giochi abbiano inizio

Che io mi sia candidata per le provinciali
2013, l’avevo già detto.
Aspettavo quieta che la macchina si oliasse. 
Con molta umiltà, ma seriamente nell’averlo deciso,  avevo
già espresso il mio impegno qui, in questo post.
Tra lunedì sera e ieri è stato comunicato a me e alla stampa.
Sono estremamente lusingata
Poi è uscito sul giornale:
(ANSA) – BOLZANO, 3 SET – L’Assemblea provinciale del PD
altoatesino ha approvato all’unanimità la lista dei 35 candidati
per le elezioni provinciali del 27 ottobre.
La testa di lista è formata da 10 candidati è composta da
donne e da giovani espressioni del territorio, delle
professionalità, dei gruppi linguistici italiano e tedesco e
dell’alleanza di centrosinistra. Oltre agli assessori uscenti
Christian Tommasini e Roberto Bizzo, gli altri otto candidati
sono: Cornelia Brugger di Brunico, ex segretaria della Funzione
Pubblica della Cgil-Agb, Ester Brunini di Bolzano, imprenditrice
e vicepresidente dei giovani artigiani della Cna, Alessandro
Bertinazzo, dipendente provinciale segretario provinciale del
Partito socialista italiano, Sandra Lando, dottore
commercialista e imprenditrice , Renate Prader, insegnante,
vicecapogruppo in Consiglio comunale a Bressanone, Horand Meier
medico all’ospedale di Bressanone, responsabile qualità e
rischio clinico in provincia e capogruppo in Consiglio Comunale
a Bressanone, Andrea Bonatta, professore e consigliere comunale
a Merano, Erika Zomer
Kössler
 operatrice culturale di Appiano.
(ANSA).

E stasera c’è stata
la prima riunione informativa tra i candidati.
Cosa credo di fare, mi sto dicendo, e mi domandano.
Il mio impegno, con umiltà ma molto seriamente, è quello
di sempre  Quello che metto in ogni cosa. E non nego la tensione, la
paura di non farcela.
Fare cosa? mi ripeto
Quello che sto facendo, da tempo.
Sul piano culturale, per esempio. Sono orgogliosa di aver
contribuito a portare CULTURA ad Appiano, attraverso la Consulta Comunale. E
questo grazie a persone come Carmen , Ivan, Manuela, Stefano ecc. Che
hanno continuanti a lavorare in team, portando le loro conoscenze e
le loro esperienze per creare ogni anno un programma degno, ricco di proposte
per ogni età che spaziano dal teatro ai concerti senza dimenticare spettacoli
per bambini, musical e cabaret. E vorrei valorizzare anche l’aspetto dei
giovani con il Centro Giovani Sub. Così da creare una rete tra scuola
e territorio e offrire ai ragazzi occasioni e spazi adatti ai loro
interessi senza dimenticare l’impegno e l’attenzione al
mondo esterno  all’ecologia e al lavoro. Sono
la Vice Presidente della Consulta e ne vado fiera, perchè
abbiamo creato diverse occasioni di aggregazione nel paese.
Sul piano scolastico  cosa credo di fare. Porto avanti
il progetto della scuola PLURILINGUE, perchè è il futuro. Per noi e i
nostri figli. Viviamo in un contesto socioculturale in continuo
cambiamento, e perdere l’occasione di imparare altre lingue, e quindi
le culture e arricchirsi di conoscenza e esperienza, in un territorio dove
già esistono due lingue, è un bestemmia!
Sul piano del lavoro femminile, dell’imprenditoria,
dell’attenzione alle possibilità di donne che sono prima madri e con doti
eccezionali, sanno coniugare famiglia e lavoro, che però rimangono sempre un
“passo indietro” rispetto  ai colleghi maschi sul piano di
riconoscimenti morali, economici e di carriera. 
Ecco cosa vorrei migliorare e contribuire a migliorare.
Perchè il nostro Alto Adige sta cambiando, e noi potremmo
migliorarlo. 
Io non metto testa sotto terra come gli struzzi, e voi? 
Io la tengo alta, e con il mio agire, cercherò di portare aria
di cambiamento.
Pensando ai nostri figli, e guardando alla nostra vecchiaia.

Buona notte…siamo arrivati al 05 settembre, da pochi minuti. Buona notte,
che domani ricomincia il cammino verso
un mondo migliore.
Voi che fate? camminate con me?

Rispondi