PRESTO, QUASI PRESTISSIMO

Mi sono svegliata alle 05.43. Fuori dalla finestra c’era il cielo terso, di un color grigio-azzurro che dava l’impressione del freddo invernale, smentito dal verde prepotente dei boschi, tipico dell’estate in arrivo.
La temperatura è veramente strana per il periodo: il termometro segna 8 gradi anche ora, alle 07.40.
Poi il sole è sorto, nel mio dormiveglia. occhi chiusi sotto il piumone, caldo e piacevolissimo. Occhi aperti,  cielo chiaro, sempre più chiaro e d’un azzurro accecante, e il verde dei boschi sempre più brillante. Ho allungato la gamba fuori, brivido di freddo …sembra proprio tardo autunno, o la primissima primavera, altro che metà giugno. Di solito si indossa la canotta e già si sbuffa per il caldo in questo periodo. Invece le cime dei monti sono imbiancate di fresco. E il cielo da nord si sta già coprendo…
Ma il tempo è così, fa quello che vuole ( beato lui)…
Menomale che mi sono svegliata presto, così l’ho visto il bel tempo. Perchè promettono acquazzoni e pioggia.
Perchè il sole sorge per tutti, ogni giorno. Presto, anzi prestissimo, sorge e fa brillare i colori più del vero, specialmente dopo che l’acqua benedetta ha pulito via tutto…riuscisse a pulire i brutti pensieri, quelli che annebbiano le giornate e mi fanno trascinare nel corso delle ore, sospirando, pensando che IL SOLE ESISTE PER TUTTI, ma per me oggi no, ancora no
Ma fingo e mi vesto del miglior sorriso possibile e vado a fare quello che devo

Tiziano ferro-il sole esiste per tutti

In questa mattina grigia
In questa casa che
ora è veramente solo mia
Riconosco che sei
l’unica persona che conosca
Che incontrando una
persona la conosce
E guardandola le
parla per la prima volta
Concedendosi una
vera lunga sosta
Una sosta dai
concetti e i preconcetti
Una sosta dalla
prima impressione
Che rischiando di
sbagliare
Prova a chiedersi
per prima
Cosa sia quella
persona veramente
Potrò mai volere
bene

Tu che pensi
solamente spinta dall’affetto
E non ne vuoi
sapere di battaglie d’odio di ripicche e di rancore
E t’intenerisci ad
ogni mio difetto
Tu che ridi
solamente insieme a me
Insieme a chi sa ridere
ma ridere di cuore
Tu che ti metti da
parte sempre troppo spesso
E che mi vuoi bene
più di quanto faccia con me stesso

E’ trasceso il
concetto di un errore
Ciò che
universalmente tutti quanti a questo mondo
Chiamiamo amore

Ti fermo alle luci
al tramonto e ti guardo negli occhi
E ti vedo morire
Ti fermo
all’inferno e mi perdo perché
Non ti lasci
salvare da me
Nego i ricordi
peggiori
Richiamo i migliori
pensieri
Vorrei ricordassi
tra i drammi più brutti
Che il sole esiste
per tutti
Esiste per tutti
Esiste per tutti

Ciò che noi
sappiamo
ha da tempo
superato
ogni scienza logica
concetto o commento di filosofia eremita
ciò che non sei tu
e che voglio tu capisca
è quanto unico e
prezioso insostituibile solo tuo
sia il dono della
vita

Ti fermo alle luci
al tramonto e ti guardo negli occhi
E ti vedo morire
Ti fermo
all’inferno e mi perdo perché
Non ti lasci
salvare da me
E nego il negabile
Vivo il possibile
Curo il ricordo
E mi scordo di me
E perdo il momento
Sperando che solo
perdendo quel tanto
Tu resti con me

Ti fermo alle luci
al tramonto e ti guardo negli occhi
E ti vedo morire
Ti fermo
all’inferno e mi perdo perché
Non ti lasci
salvare da me
E nego i ricordi
peggiori
Richiamo i migliori
pensieri
Vorrei ricordassi
tra i drammi più brutti
Che il sole esiste
per tutti
Esiste per tutti
Esiste per tutti

.

2 thoughts on “PRESTO, QUASI PRESTISSIMO

  • 13/06/2012 at 9:20
    Permalink

    A me piace il clima che c'è da te!
    Da me si boccheggia e promette un'estate infuocata.
    Non mi piace il caldo.
    Un abbraccio

  • 13/06/2012 at 10:50
    Permalink

    anche a me piace il clima che c'è qui
    sono le giornate che sto vivendo che non mi piacciono molto
    ma passerà
    come passa un temporale estivo( come quello che sta arrivando ora)
    magari strapperà qualche fiore e qualche ramo
    ma tutto tornerà a brillare ancora di più
    almeno spero

Rispondi