un consiglio….forse inutile. Un ‘Opportunità da cogliere, forse

Un consiglio , forse inutile: 
Non fermarti quando
sei stanco, fermati quando sei arrivato in fondo…..!!!!!

Letto poco fa su Facebook, sulla bacheca di Lorenzo Bernardi.

certo…l’istinto di sopravvivenza, ti farà andare avanti, fino in fondo…
ma io sono veramente stanca…tanto tanto tanto tanto stanca

e non vedo il fondo, oltre ad essere tanto stanca

ho letto un libro divertente, la protagonista era un 44enne.
il marito, che non la guardava e non la cercava più, che perde il lavoro
il suo, di lavoro, che è precario
i figli adolescenti che ne combinano tante 
amiche che sostengono e spronano, anche duramente
e un sacco di similitudini con la mia vita ( e quella di molte altre donne) 
il lato divertente è il modo in cui è scritto, sempre con un sottile senso dell’ironia di fondo, sempre con la consapevolezza che che quello che stava accadendo era forte, ma che una soluzione c’è e la certezza che, nonostante la crisi di coppia, guardandosi negli occhi i due si sarebbero riconosciuti e ritrovati.
Un libro da spiaggia, letto in breve tempo, nei ritagli di tempo. 
L’ho terminato domenica pomeriggio e come spesso accade  chiudo l’ultima pagina e mi chiedo ” e adesso? come faccio?”
Sono andata in stanza e ho preso un libro che mi è stato regalato da una gran donna , amica di Fb. Parla di città, di racconti,incontri, amori aneddoti legati alle città. Ma io non amo viaggiare.
io ho bisogno di radici
e come ho sempre sostenuto queste radici, non le sento, sono troppo deboli
Mi viene suggerito nuovamente di CREDERE che tutto si sistemerà

io non ho questa certezza, e questi sono giorni di pianto, di nodi in gola, di parole strozzate dalla paura, dal terrore, che tutto finirà male
meglio lasciare messaggi o non dire altro
meglio evitare
in fin dei conti ho imparato da lui, proprio quello da cui aspetto un abbraccio, un sostegno, un segno, un cenno, una mano allungata per aiutarti a fare il passo successivo, a scappare  a essere sfuggente, a non dare risposte, a far finta di non aver sentito o capito

Ieri ci è stata fatta proposta, data un’ opportunità. Io ho chiesto cosa ne pensava, ha mugugnato qualcosa che non ho ben capito, appena finito di bere l’aperitivo con la coppia che ci ha sottoposto la loro idea. Ho paura che il mio umore pessimo, le mie preoccupazioni, mi abbiano fatto sembrare quella che non sono, chiudendo la porta sul progetto. Ma vi garantisco che avevo solo voglia di piangere….
Più tardi,a casa, lui ha chiesto a me cosa ne pensassi. Io ho fatto finta di non aver sentito e sono andata a dormire, sperando di essere raggiunta da lui e abbracciata e rassicurata.
Così non è stato
Così non mi resta che continuare ad andare avanti, passo dopo passo e arrivare in fino fondo. Se poi sarò sola o no…questo al momento non mi è dato di saperlo….no…

Rispondi